Contrasto a crimini d’odio, intolleranza, violenza: un disegno di legge

Negli ultimi anni stiamo assistendo a una crescente spirale dei fenomeni di odio, intolleranza, razzismo, antisemitismo e neofascismo che pervadono la scena pubblica accompagnandosi sia con atti e manifestazioni di esplicito odio e persecuzione contro singoli e intere comunità sia con una capillare diffusione attraverso vari mezzi di comunicazione e in particolare sul web. Parole, atti, gesti e comportamenti offensivi e di disprezzo di persone o di gruppi assumono la forma di un incitamento all'odio, in particolare verso le minoranze; essi, anche se non sempre sono perseguibili sul piano penale, comunque costituiscono un pericolo per la democrazia e la convivenza civile. Si pensi solo alla diffusione tra i giovani di certi linguaggi e comportamenti riassumibili nella formula del cyberbullismo, ma anche ad altre forme violente di isolamento ed emarginazione di bambini o ragazzi da parte di coetanei.” Con questo incipit la Senatrice a vita, Liliana Segre presenta la relazione alla proposta di legge di cui è prima firmataria. L’oggetto è “Istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza” (Atti del Senato, n. 362).

La stessa relazione ricostruisce puntualmente gli atti e le indicazioni internazionali per il contrasto di questi fenomeni e dei discorsi dell’odio.

Sotto il profilo operativo si propone la costituzione della Commissione bicamerale di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo e antisemitismo, definisce il numero di commissari e le modalità di nomina. Vengono poi specificati i compiti della Commissione che sono sia di controllo, che di reperimento e sistemazione della legislazione interna e internazionale sulle materie d'interesse. Infine un’attenzione è rivolta ad una più puntuale conoscenza dei fenomeni e delle loro evoluzioni, attraverso una attività di raccolta dati e informazioni sulle stesse materie, anche attraverso pubblicazioni periodiche.

Il disegno di legge non è ancora stato assegnato per la discussione in Commissione. Agenzia IURA ne monitora l’iter.

 

20/05/2018