Diritti dei minori

Il quadro dei diritti dei minori con disabilità, espresso dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (in particolare articolo7) si innesta nella più generale espressione dei diritti umani dei minori espressa da numerosi atti e convenzioni internazionali oltre che di provvedimenti nazionali. In linea generale tali atti solo raramente riservano una significativa attenzione supplementare alla condizione di disabilità dei minori.

Da rilevare come, nella Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (articolo 8) la generalità dei minori sia anche destinataria di azioni volte all'accrescimento della consapevolezza e al contrasto di stereotipi e pregiudizi attraverso un intervento di promozione, in tutti i livelli educativi, di un atteggiamento di rispetto dei diritti delle persone con disabilità.

Contesto

In ambito internazionale il riferimento principale deriva dalla Convenzione sui Diritti dell’infanzia (Convention on the Rights of the Child) adottata dall’assemblea Generale dell’ONU (1989) che costituisce il riferimento principale di vari provvedimenti a livello nazionale e dell’Unione europea. Questa Convenzione è stata ratificata dall’Italia con la legge 27 maggio 1991, n. 176.

In ambito UE va certamente ricordata la Convenzione europea sull’esercizio dei Diritti dell'Infanzia (25 gennaio 1996) - ratificata dalla legge 20 marzo 2003, n. 77 - e la Risoluzione del Parlamento europeo sul traffico dei bambini (maggio 2001).

Si aggiungano, fra i più rilevanti, la Dichiarazione di Madrid sugli aiuti umanitari (1995), la Dichiarazione di Stoccolma contro lo sfruttamento sessuale dei bambini (1996) infine la Convenzione ILO 182/1989 sulle forme di sfruttamento minorile (1999), Convenzione del Consiglio d'Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuale (Lanzarote, 25 ottobre 2007).
Oltre alla ratifica dei principali atti UE e internazionali, l’Italia ha emanato negli ultimi anni diversi provvedimenti a tutela dei minori. Vanno ricordate, fra le altre: la legge 29 maggio 2017, n. 71 (Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo); la legge 7 aprile 2017, n. 47 (Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati), la legge 6 febbraio 2006, n. 38 (Disposizioni in materia di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedopornografia anche a mezzo Internet), la lgge 28 agosto 1997, n. 285 (Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza)

Il Legislatore italiano ha inoltre consolidato misure per il monitoraggio del rispetto dei diritti dei minori. Con la legge 23 dicembre 1997, n. 451 ha istituito la Commissione parlamentare per l'infanzia e l’Osservatorio nazionale per l’infanzia. Nel 2011 (legge 3 agosto 2011, n. 112) ha infine istituito l’Autorità garante per l'infanzia e l’adolescenza.

Vedi anche

Diritti dei minori in Minori con disabilità