Lavoro e occupazione

Dati

Come evidenzia l'indagine ISTAT sull'Inclusione sociale delle persone con limitazioni funzionali, invalidità o cronicità gravi, in Italia la presenza di limitazioni funzionali esercita un forte impatto sull'esclusione dal mondo lavorativo.
Il 44,0% delle persone di 15-64 anni con limitazioni funzionali gravi o lievi, invalidità permanenti o malattie croniche gravi risulta occupato, contro il 55,1% registrato per l’intera popolazione della stessa fascia di età. Tale percentuale scende però al 19,7% nel caso di limitazioni funzionali gravi, rispetto al 46,9% di chi a limitazioni funzionali lievi, invalidità o cronicità gravi. In sostanza, meno di una persona su cinque con grave menomazione lavora.
Inoltre, le persone con limitazioni funzionali gravi che sono inattive rappresentano una quota più che doppia rispetto a quella osservata nell'intera popolazione (quasi il 70% contro circa il 31%).
Significative appaiono le differenze di genere.

  Persone con limitazioni funzionali, invalidità o cronicità gravi Popolazione residente in Italia 2012-2013
  Persone con limitazioni funzionali gravi Persone con limitazioni funzionali lievi, invalidità o patologie croniche gravi Totale  
Occupato 19,7  46,9  44,0     55,1
In cerca di occupazione 10,5 12,9  12,6  14,0 
Ritirati dal lavoro/Inabili al lavoro 46,0 20,1  22,9  6,9 
Altri inattivi 23,9 20,1  20,5  24,0 
TOTALE 100,0 100,0  100,0  100,0 

 

Temi specifici

Discriminazione lavorativa

Procedure di composizione delle controversie

Diritti di lavoratori e sindacali

Politiche e misure per l’inclusione lavorativa

Politiche e misure per l’occupazione