Diritto alla vita indipendente

Fatti, violazioni, denunce

Nel mese di aprile del 2017, il Movimento Vita Indipendente Abruzzo ha denunciato i tagli da parte della propria Regione, rispetto ai fondi stanziati per il “Progetto Vita Indipendente”, stabilito dalla Legge Regionale 57/12 (Interventi regionali per la vita indipendente).
«Nel 2015 - ha dichiarato Manolo Pelusi, responsabile del Movimento Vita Indipendente Abruzzo - erano stati stanziati in bilancio 570.118,23 euro, facendo rientrare nel “Progetto Vita Indipendente” 41 persone. Nel 2016, invece, erano stati stanziati più di 600.000 euro, facendovi rientrare 38 persone, meno che nell’anno precedente, poiché la maggior parte degli ammessi al Progetto avevano richiesto il budget massimo annuale. Nel capitolo di bilancio del 2017 sono stati stanziati invece solo 200.000 euro, che potranno fare rientrare nel Progetto stesso 10 o poche più persone».
Per l’occasione Pelusi ha anche ricordato «la promessa della Regione Abruzzo del dicembre 2014, di stanziare un milione di euro per l’annualità del 2015, il tutto attraverso una Risoluzione urgente votata sia dall’opposizione che dalla maggioranza».

Temi specifici

Assistenza personale

Servizi per persone con necessità di maggiore sostegno

Misure ed azioni per la progettazione personalizzata

Formazione per l’assistenza personale

Consulenza alla pari

Coinvolgimento delle persone con disabilità ed empowerment

Valutazione multidisciplinare della disabilità

Libertà di scelta