AZIONE 2 – Interventi sull’attività del collocamento mirato

20
Azioni specifiche

0
Evase

1
Parziali

0
In contrasto

19
Inevase

Stato di esecuzione

Inevasa

Tipologia di azione

Azione di tipo programmatico finalizzata a redigere documenti di indirizzo e atti di coordinamento.

Azioni specifiche

a) monitorare e promuovere piena attuazione delle Linee Guida per il collocamento mirato da emanare ex d.lgs. 14 settembre 2015, n. 151;
Stato di esecuzione: inevasa

Obiettivo

Migliorare i processi di programmazione, monitoraggio, e valutazione delle politiche sulla disabilità. Garantire livelli essenziali di funzionamento dei servizi per il collocamento mirato e favorire il “mainstreaming” della disabilità nella raccolta dei dati.

Soggetti promotori

Parlamento; Ministero del lavoro e delle politiche sociali; ANPAL; Regioni; Servizi per il collocamento mirato; ISTAT.

Soggetti collaboratori

Imprese; Sindacati; Università; Centri di ricerca; INPS; UPI, Italia Lavoro; INAIL;
Organizzazione delle persone con disabilità.

Destinatari finali

Lavoratori e disoccupati con disabilità; Operatori del collocamento mirato; Centri per l’impiego; Agenzie per il Lavoro.

Sostenibilità economica

Molte azioni sono a costo zero (tutte quelle legate a normative da modificare e/o aggiornare). Le azioni onerose sono nella gran parte a carico di enti locali (Regioni) e potrebbero essere sostenute con vincoli all’uso dei fondi attuali. È, inoltre, da approfondire il possibile ricorso ai fondi europei.