AZIONE 1 – Area Accessibilità, progettazione universale, abbattimento barriere architettoniche e senso-percettive

9
Azioni specifiche

0
Evase

0
Parziali

0
In contrasto

9
Inevase

Stato di esecuzione

Inevasa

Tipologia di azione

Azione di tipo legislativo (Legge delega, Decreti delegati. Regolamenti)

Azioni specifiche

Elaborazione di disegno di Legge delega al Governo (in considerazione della grande complessità tecnica della materia trattata) al fine di:
Stato di esecuzione: inevasa

Obiettivo

Rivedere ed adeguare la disciplina sull’accessibilità all’ambiente fisico, urbano ed architettonico per conseguire l’adozione e la diffusione della progettazione universale e quindi l’attuazione dei principi di accessibilità della Convenzione stessa.

Soggetti promotori

Parlamento; Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Ministero del lavoro e politiche sociali; Regioni, Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia (ANCI), Conferenza Unificata.

Soggetti collaboratori

Università e Centri di ricerca, UNI, Consiglio nazionale Ordine Architetti, Esperti Organizzazioni delle persone con disabilità e altre organizzazioni del Terzo Settore.

Destinatari finali

Regioni, Enti locali, Persone con Disabilità.

Sostenibilità economica

Le azioni onerose sono nella gran parte a carico di enti locali (Regioni) e riguardano in diversi casi fondi già destinati alla realizzazione di opere e interventi. Sono daapprofondire i possibili utilizzi dei fondi europei. Da stimare la revisione del sistema di contribuzione per l’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici privati esistenti, di cui all’articolo 9 della Legge 9 gennaio 1989, n. 13, già finanziata peraltro in molti casi da fondi regionali.